Uno sguardo ambiguo

Bette Davis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA

Viale Fulvio Testi 121, Milano

GLI OCCHI DI BETTE DAVIS
DAL 20 AL 29 DICEMBRE 2013

Dal 20 al 29 dicembre 2013 MIC – Museo Interattivo del Cinema presenta la rassegna Gli occhi di Bette Davis dedicata all’attrice Bette (Ruth Elizabeth) Davis, che a soli ventitré anni varcò la soglia di Hollywood per cimentarsi nel ruolo di diverse personalità femminili.
Bette Davis possedeva una tal capacità di trasformazione e di assimilazione dei ruoli che le permise di trovare parti significative in ogni stagione della sua esistenza, passando, con eguale bravura, dalla commedia al dramma ed al melodramma, rigenerando storie e dando spessore umano a vicende con le variegate risorse della sua recitazione, grazie alla genialità del temperamento, all’inflessibile autodisciplina artistica e allo sguardo ambiguo che sempre l’hanno caratterizzata.
Un talento variamente modulato in film degli anni ’30 e ’40 diretta da William Wyler come La figlia del vento, che vede Bette Davis nei panni di una giovane stravagante ed autoritaria della New Orleans della metà Ottocento, e Piccole Volpi, uno dei più perfetti esempi di teatro che diventa cinema. Il film, che riceverà 7 nomination agli Oscar, mostra la fedeltà del regista non solo al dramma di Lilian Hellman, ma anche alla scenografia e alla messinscena dell’opera da cui è tratto.
A partire dagli anni ’50, dopo il pluripremiato agli Oscar Eva contro Eva di Joseph L. Mankiewicz, Bette Davis si impegnò in ruoli sempre più memorabili in film diretti da importanti registi (tra tutti Lo scopone scientifico di Luigi Comencini), impegnandosi anche in una serie di stimolanti film dell’orrore come Che fine ha fatto Baby Jane e Piano piano… dolce Carlotta, in cui l’interpretazione della grande attrice americana coincide in modo magistrale con i sentimenti dei suoi personaggi, caratterizzati da un’impronta inconfondibile.
Completano il programma il film di Frank Capra Angeli con la pistola e Le balene d’agosto di Lindsay Anderson.

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d’ingresso intero: € 5,00
Biglietto d’ingresso ridotto: € 3,00
Biglietto d’ingresso adulto + bambino: € 6,00

UFFICIO STAMPA
Cristiana Ferrari ufficiostampa@cinetecamilano.it – 0287242114 – M 3337357510

A cura di Cinemagora

 

BERGAMO FILM MEETING

Locandina Festival

BERGAMO FILM MEETING 27esima EDIZIONE

DAL 7 AL 15 MARZO 2009

E’ già decollata la 27ª edizione del Bergamo Film Meeting-Mostra internazionale del cinema
d’essai
, rassegna cinematografica che propone 80 film in 9 giorni di programmazione, un
concorso di lungometraggi, opere inedite, omaggi e retrospettive, documentari, anteprime e cult
movies.
Le proiezioni si svolgeranno come di consueto all’Auditorium di piazza della Libertà e al
Capitol. Luogo ideale per la scoperta di nuovi autori, la Mostra concorso proporrà 7 film di
recente produzione, inediti in Italia, di giovani registi alle prese con la loro opera prima o
seconda. Il Premio di Bergamo Film Meeting sarà assegnato ai tre migliori film sulla base delle
preferenze espresse dal pubblico al termine della proiezione.
La tradizionale retrospettiva è invece dedicata a sir Carol Reed, primo regista cinematografico a
ricevere il titolo di baronetto, nonché uno dei più importanti autori del cinema britannico del
secondo dopoguerra. Mentre protagonista della personale dell’edizione 2009 è Claire Denis,
regista parigina che ha esordito nel 1988 con Chocolat. Sarà reso inoltre omaggio a Bette
Davis
, una delle più grandi attrici del cinema americano, con dieci film tra cui Ombre malesi,
Perdutamente tua, Angeli con la pistola.
E poi, ovviamente il concorso: 7 film di recente produzione provenienti da Belgio, Argentina,
Romania, Svizzera, Germania e Gran Bretagna. Non manca la sezione sul documentario “Visti da
vicino”, che quest’anno presenta ben 17 titoli selezionati tra gli oltre 200 pervenuti, e
l’appuntamento con i film di culto “Midnight movies”, capolavori di genere proiettati a tarda notte
per gli appassionati più indefessi: tra gli altri quest’anno L’esperimento del dottor K e Il dottor Cyclops.

Una novità di quest’anno è la sezione Frontiera, organizzata in collaborazione con Associazione
Millepiani
e Gamec (Galleria d’arte moderna e contemporanea di Bergamo). Un percorso nel
quale si intrecciano a più livelli cinema, arti e narrazioni, intorno ai temi dello sviluppo,
dell’integrazione, delle differenze sociali, dei confini reali e ideali. L’argomento di quest’anno sarà la metropoli.

Sito Ufficiale Bergamo Film Meeting

A cura di Cinemagora