Tutti i colori dell’Africa, Asia e America Latina

24° Festival Cinema Africano d'Asia e America Latina, Milano

 

 

 

 

 

 

 

 

 


24° FESTIVAL AFRICANO D’ASIA E AMERICA LATINA
  6-12 maggio  Milano

Dal 1991 un appuntamento ormai storico per gli appassionati di Cinema di Milano e non solo.
L’unico Festival in Italia – e uno dei soli tre in Europa – interamente dedicato all’approfondimento delle cinematografie, delle realtà e delle culture di Africa, Asia e America Latina e al Cinema Italiano di ricerca sui temi della diversità, del viaggio e dell’Italia multiculturale.

L’unico Festival organizzato e promosso da una ONG, l’Associazione Centro Orientamento Educativo (COE). Un’associazione che in 50 anni di storia è impegnata in Italia e in altri Paesi del mondo per la formazione di una società più libera e solidale, rinnovata nella cultura.

Giunto alla 24ma edizione, il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FCAAAL) apre Milano al mondo con una settimana di programmazione ricca di film, incontri, eventi ed occasioni di approfondimento dedicati al cinema, all’arte e alle culture dei Paesi d’Africa, dell’Asia e dell’America Latina. Dal 6 al 12 Maggio a Milano.

Il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina insieme ad altri sei festival milanesi (MIX, Filmmaker , Invideo,  Milano Film Festival, Sguardi Altrove, Sport Movies & Tv Festival) fa parte del  Milano Film Network (MFN), una rete di festival milanesi che si estende su tutto l’arco dell’anno come un unico grande evento, il “festival lungo un anno”. E’ la risposta innovativa di Milano, che sperimenta modalità diverse di presenza sul territorio e di rapporto con il pubblico. Il Milano Film Network  è non solo una rete di festival ma un “sistema” in grado di coordinare l’offerta culturale della città di Milano e fungere da motore di sviluppo di sinergie con il territorio.

http://www.milanofilmnetwork.it
SITO FESTIVAL: http://www.festivalcinemaafricano.org/new/

 

 

 

Milano: Bozzetto & co.

Big Bang di Bozzetto

 

 

 

 

 

 

 

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA

Viale Fulvio Testi 121, Milano

BOZZETTO & CO.

DAL 12 AL 31 GENNAIO 2014

Presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, dal 12 al 31 gennaio 2014, Fondazione Cineteca Italiana presenta BOZZETTO & CO., un ciclo di proiezioni che comprende anche un incontro e un laboratorio per bambini dedicato a Bruno Bozzetto, animatore, fumettista, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, a cui il Walt Disney Family Museum di San Francisco ha recentemente dedicato la grande mostra “Bruno Bozzetto: Animation, Maestro!”. Dal 1960, anno di nascita della casa di produzione Bruno Bozzetto Film, Bozzetto ha lavorato ininterrottamente nel campo dell’animazione, segnando la ripresa di un genere che in Italia è stato spesso trascurato. Si parte domenica 12 gennaio alle ore 17 con un incontro con Bruno Bozzetto (ad ingresso libero), che racconterà al pubblico il suo lavoro nel mondo dell’animazione, dagli esordi fino a oggi, e mostrerà in esclusiva alcuni lavori inediti realizzati negli ultimi anni e alcuni film d’animazione ancora in fase di sviluppo. A seguire verrà proiettata in anteprima la versione final cut di Allegro non troppo, originale risposta al film Fantasia di Walt Disney. Il film è composto da sei episodi animati, accompagnati da  celebri brani di musica classica, tra i quali sono inseriti episodi girati dal vero con protagonista Maurizio Nichetti. La retrospettiva dedicata al celebre animatore comprende i lungometraggi a disegni animati West and soda del 1965, parodia dei film western americani e Vip mio fratello superuomo del 1968, che sottolinea il pericolo dell’alienazione dell’uomo in una società consumistica e superficiale. Ampio spazio sarà dedicato al personaggio creato da Bruno Bozzetto nel 1960, il Signor Rossi, simbolo dell’italiano medio alle prese con i mali del suo tempo. Verranno mostrati i lungometraggi dedicati ai sogni e alle vacanze del buffo omino che ha reso noto l’animatore bergamasco al grande pubblico. Non mancherà una proiezione dei corti inediti di Bruno Bozzetto, alcuni dei quali non sono mai stati editati. Questi cortometraggi, incentrati sui temi più disparati, sono in grado di concentrare il massimo dei contenuti nel minor tempo possibile.   Domenica 26 gennaio è previsto un laboratorio per bambini tenuto dai creativi dello Studio Bozzetto &Co., che mostreranno come si realizza un progetto di animazione presentando in anteprima la serie televisiva Topo Tip.

Schede film e calendario

Domenica 12 gennaio h 17.00 Incontro speciale con Bruno Bozzetto Ingresso libero – prenotazione obbligatoria al numero 0287242114 Bruno Bozzetto, animatore, fumettista, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, incontrerà il pubblico del MIC per raccontare il suo percorso formativo, le modalità di realizzazione dei suoi lavori e l’evoluzione delle tecniche di animazione utilizzate dagli esordi fino ad oggi. Inoltre Bozzetto mostrerà in esclusiva ai presenti lavori inediti realizzati negli ultimi anni e alcuni film d’animazione ancora in lavorazione.

h 19.00 Allegro non troppo – Versione final cut (Bruno Bozzetto, Italia, 1977, 75’) In un teatro vuoto, un pomposo presentatore introduce un insolito spettacolo: mentre un direttore d’orchestra fa eseguire una serie di brani a un’improbabile orchestra improvvisata, un disegnatore, tenuto incatenato per anni, ne realizza in tempo reale la versione animata. Versione final cut in anteprima nazionale.

signor rossi e vip

Venerdì 17 gennaio h 15.00 I corti inediti di Bruno Bozzetto (Bruno Bozzetto, Italia, , 55’, animaz.) I cortometraggi di Bruno Bozzetto sono l’espressione più sintetica della sua arte. Dal vero o in animazione, realizzati con tecniche tradizionali o in digitale, riescono nell’intento di trasmettere il massimo dei contenuti nel più breve tempo possibile. In un’unica occasione si potranno vedere opere di Bozzetto mai editate come Lazy dog, Adam, Storia del mondo per chi ha fretta, Va bene?! e molti altri.

h 17.00 I sogni del Signor Rossi (Bruno Bozzetto, Italia, 1977,60’, animaz.) Dopo una lunga e faticosa settimana di lavoro, il Signor Rossi rincasa tra le mura domestiche dove lo aspetta il cane Gastone, che dopo una settimana di solitudine desidera uscire, andare a correre e al cinema. Sì, perché gli eroi di Gastone sono quelli dello schermo, della televisione e della letteratura ed è nelle vesti di personaggi che il cane immagina il suo padrone. Vedremo allora un Rossi-Tarzan, un Rossi-astronauta, Rossi-Holmes, Rossi-Zorro, Rossi-Aladino… Ma finiti i sogni, per Rossi ci sarà il triste ritorno alla mediocrità della propria vita.

Domenica 19 gennaio h 19.00 Vip – Mio fratello superuomo (Bruno Bozzetto, Italia, 1968, 79’, animaz.) Da sempre, la famiglia dei Vip – esseri invincibili e dotati di facoltà eccezionali – ha svolto un’intensa attività a favore dei deboli e degli oppressi. Gli ultimi esponenti della famiglia sono i due fratelli Supervip e Minivip: il primo è bello e invulnerabile, mentre il secondo è rachitico e complessato. Quando Minivip cade prigioniero di Happy Betty, una diabolica donna, Supervip accorre subito in aiuto dell’incauto fratello.

Venerdì 24 gennaio h 15.00 Allegro non troppo (Bruno Bozzetto, Italia, 1977, 85’) Replica h 17.00 Le vacanze del signor Rossi (Bruno Bozzetto, Italia, 1978, 60’, animaz.) Rossi, dopo un anno di lavoro, è alla ricerca di un po’ di pace che purtroppo non riesce a trovare. Trova invece ogni sorta di contrattempi che lo costringono, suo malgrado, a lasciare il luogo che si era scelto passando da un campeggio al mare alla campagna, dalla montagna al lago, senza trovare mai il meritato riposo. Alla fine, provato dalle mille disavventure che via via si susseguono, arranca verso la città, con la prospettiva di riposarsi in ufficio, per i prossimi undici mesi.

studio-bozzetto (1)

Domenica 26 gennaio h 15.00 Laboratorio Studio  Bozzetto  Ingresso libero – prenotazione obbligatoria al numero 0287242114 – Età dai 10 anni I creativi dello Studio Bozzetto &Co. presentano in anteprima il progetto di serie televisiva Topo Tip raccontando come si realizza un progetto in animazione fin dalle sue prime fasi creative. Il progetto nasce dall’omonima collana di libri Giunti. (StudioBozzetto&Co, Giunti, StudioCampedelli, M4e/telescreen,RAI).

h 19.00 West and soda (Bruno Bozzetto, Italia, 1965, 86’, animaz.) Un villaggio abitato da cow-boys è sottoposto a continue vessazioni da parte di un ricco proprietario terriero, denominato il Cattivissimo. Costui, con la collaborazione di due aiutanti, Ursus e lo Smilzo, vuole impossessarsi dell’unico terreno fertile della vallata che appartiene ad una ragazza, Clementina, la quale vive con tre mucche pettegole ed un cane perennemente sbronzo.

Venerdì 31 gennaio h 15.00 I corti inediti di Bozzetto (Bruno Bozzetto, Italia, 55’, animaz.) Replica

h 17.00 Il signor Rossi cerca la felicità (Bruno Bozzetto, Italia, 1976, 60’, animaz.) Grazie ad una magia della Fata Sicura, il signor Rossi, assieme al cane Gastone, si ritrova a viaggiare nel tempo, dalla preistoria al Medioevo, dall’antica Roma al Far West. Il lungo viaggio tra le tante epoche storiche ha un unico scopo, trovare la felicità. Una pietra miliare nella storia del signor Rossi perchè, per la prima volta, acquista la voce!

INFO info@cinetecamilano.it  /  www.cinetecamilano.it  T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI Biglietto d’ingresso intero: € 5,50 Biglietto d’ingresso ridotto: € 4,00 Biglietto d’ingresso adulto + bambino: € 6,00 UFFICIO STAMPA Cristiana Ferrari ufficiostampa@cinetecamilano.it  0287242114 – 33373575101

Uno sguardo ambiguo

Bette Davis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA

Viale Fulvio Testi 121, Milano

GLI OCCHI DI BETTE DAVIS
DAL 20 AL 29 DICEMBRE 2013

Dal 20 al 29 dicembre 2013 MIC – Museo Interattivo del Cinema presenta la rassegna Gli occhi di Bette Davis dedicata all’attrice Bette (Ruth Elizabeth) Davis, che a soli ventitré anni varcò la soglia di Hollywood per cimentarsi nel ruolo di diverse personalità femminili.
Bette Davis possedeva una tal capacità di trasformazione e di assimilazione dei ruoli che le permise di trovare parti significative in ogni stagione della sua esistenza, passando, con eguale bravura, dalla commedia al dramma ed al melodramma, rigenerando storie e dando spessore umano a vicende con le variegate risorse della sua recitazione, grazie alla genialità del temperamento, all’inflessibile autodisciplina artistica e allo sguardo ambiguo che sempre l’hanno caratterizzata.
Un talento variamente modulato in film degli anni ’30 e ’40 diretta da William Wyler come La figlia del vento, che vede Bette Davis nei panni di una giovane stravagante ed autoritaria della New Orleans della metà Ottocento, e Piccole Volpi, uno dei più perfetti esempi di teatro che diventa cinema. Il film, che riceverà 7 nomination agli Oscar, mostra la fedeltà del regista non solo al dramma di Lilian Hellman, ma anche alla scenografia e alla messinscena dell’opera da cui è tratto.
A partire dagli anni ’50, dopo il pluripremiato agli Oscar Eva contro Eva di Joseph L. Mankiewicz, Bette Davis si impegnò in ruoli sempre più memorabili in film diretti da importanti registi (tra tutti Lo scopone scientifico di Luigi Comencini), impegnandosi anche in una serie di stimolanti film dell’orrore come Che fine ha fatto Baby Jane e Piano piano… dolce Carlotta, in cui l’interpretazione della grande attrice americana coincide in modo magistrale con i sentimenti dei suoi personaggi, caratterizzati da un’impronta inconfondibile.
Completano il programma il film di Frank Capra Angeli con la pistola e Le balene d’agosto di Lindsay Anderson.

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d’ingresso intero: € 5,00
Biglietto d’ingresso ridotto: € 3,00
Biglietto d’ingresso adulto + bambino: € 6,00

UFFICIO STAMPA
Cristiana Ferrari ufficiostampa@cinetecamilano.it – 0287242114 – M 3337357510

A cura di Cinemagora